fiera-logo

Visitatori in crescita, stand affollati e tante macchine in attività:
un evento di rilevanza internazionale è in corso alla Fiera di Pordenone

Sono sicuramente positivi i segnali che arrivano dalla prima giornata di SAMUMETAL, SUBTECH e SAMUPLAST, saloni delle macchine tecnologie e subfornitura per la metalmeccanica e la plastica in corso fino a sabato 1 febbraio alla Fiera di Pordenone.

Tantissime le macchine operative negli oltre 500 stand della fiera che ospitano anche costruttori leader mondiali oltre a numerosi distributori per il mercato italiano; forte crescita nel numero dei visitatori nella prima giornata di manifestazione, una tendenza che se confermata porterà ad un risultato finale di 20.000 ingressi. Sono importanti i riscontri che arriveranno dai Samu di Pordenone Fiere perché proprio qui, nel cuore del Nordest e in posizione privilegiata per aver accesso ai mercati dell’Est Europa, si creano le condizioni ideali perché avvenga l’incontro tra domanda e offerta in questi due settori trainanti per il manifatturiero made in Italy. Un’occasione di confronto unica nel 2014 per operatori dal cui business dipende il rilancio di interi comparti economici: da una parte i produttori e distributori di macchinari, tecnologie, utensili per il settore della metalmeccanica e le aziende di subfornitura, dall’altra le aziende metalmeccaniche alla ricerca di partner progettuali e fornitori di know how tecnologico. E ancora da una parte il mondo dello stampaggio e dall’altra quello delle aziende manifatturiere che utilizzano componenti tecniche e parti di materie plastiche nella realizzazione dei loro prodotti.
Importanti presenze internazionali sono attese alla Fiera di Pordenone. Giovedì 30 gennaio sarà in visita il rettore della facoltà di Ingegneria e Architettura dell’università di Zagabria. Un contatto nato in seguito alla fornitura da parte di Sa.bor, costruttore pordenonese, di alcuni macchinari al laboratorio dell’ateneo croato. Oltre alla visita in fiera i professori incontreranno anche rappresentanti del Consorzio Universitario ed in particolare il direttore di ISIA Design per conoscere il mondo accademico del nostro territorio.

Continua a leggere l’articolo dalla fonte: samumetal